Ranking ATP (19 settembre 2022): del tutto invariata la top ten, Fognini sale di un posto

Nessuna variazione di rilievo nel ranking ATP. C’era del resto da aspettarselo, visto che oramai la Coppa Davis, nel suo format attuale, non assegna più punti (e non lo faceva neanche negli ultimi anni del precedente sistema, a causa di screzi ITF-ATP). Per questo, bisognerà attendere la settimana prossima in tema di reali cambiamenti.

Di candidati per qualche variazione ce ne sono tre, ma Daniil Medvedev non può cambiare posizione. Il russo, in altre parole, può solo migliorare la propria situazione punti a Metz. Semmai, sarà Hubert Hurkacz a dover stare attento. Deve infatti vincere una partita o, eventualmente, la finale di Metz per poter guadagnare posizioni. Nessun altro può anche solo lontanamente cambiare qualcosa.

Ranking WTA (19 settembre 2022): la top ten non cambia, Camila Giorgi torna numero 2 d’Italia per le discese di Paolini e Bronzetti

TOP 10 RANKING ATP (19 SETTEMBRE 2022)

1 Carlos Alcaraz (Spagna) 6740
2 Casper Ruud (Norvegia) 5850
3 Rafael Nadal (Spagna) 5810
4 Daniil Medvedev (Russia) 5065
5 Alexander Zverev (Germania) 5040
6 Stefanos Tsitsipas (Grecia) 4810
7 Novak Djokovic (Serbia) 3570
8 Cameron Norrie (Gran Bretagna) 3550
9 Andrey Rublev (Russia) 3390
10 Hubert Hurkacz (Polonia) 3355

Di variazioni in chiave italiana ce ne sono invece parecchie. non si parla solo di Fabio Fognini, che guadagna un posto praticamente gratis. Nelle tantissime situazioni che cambiano se ne può sottolineare una, quella di Raul Brancaccio, che grazie alla semifinale nel Challenger polacco di Stettino va a prendersi la sua prima top 200 in carriera, attestandosi al numero 181.

ITALIANI IN TOP 200

11 Jannik Sinner 3200
15 Matteo Berrettini 2360
30 Lorenzo Musetti 1367
54 Fabio Fognini 817 (+1)
65 Lorenzo Sonego 755 (-1)
127 Francesco Passaro 431 (-2)
143 Luca Nardi 381 (-1)
147 Marco Cecchinato 375 (-1)
148 Franco Agamenone 373 (-1)
150 Flavio Cobolli 363 (+2)
157 Matteo Arnaldi 343 (+4)
162 Gianluca Mager 328 (+5)
164 Andrea Pellegrino 326 (+4)
169 Giulio Zeppieri 319 (-4)
174 Riccardo Bonadio 303
178 Francesco Maestrelli 298 (+2)
181 Raul Brancaccio 297 (+23)
191 Luciano Darderi 280
193 Stefano Travaglia 275 (-6)
200 Andrea Arnaboldi 255 (+3)

Foto: LaPresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Ciclismo, Mondiali 2022: ancora Norvegia sugli scudi, Søren Wærenskjold si prende la cronometro U23. Top10 per Lorenzo Milesi

Ciclismo, Mondiali 2022, Søren Wærenskjold: “Scosso ed emozionato, ho seguito i consigli di Tobias Foss”